Variante Balze di V. - Pieve S. Stefano - La Verna

 

La variante  richiede un giorno in più di percorrenza ma offre diverse opportunità.

E’ da considerare in inverno, con poche ore di luce e possibile presenza di neve, come percorso più semplice e antropizzato rispetto all’impegnativa tappa diretta Balze - La Verna, che presenta un lungo tratto finale di montagna e isolato. E’ comunque da tenere in considerazione in caso  di condizioni meteo avverse.  

Consente poi di visitare l'Eremo di Cerbaiolo, altro importante luogo francescano, riaperto nel 2019 dopo anni di chiusura.

Infine, può essere un’opzione per quanti, essendo già stati a La Verna, volessero seguire il percorso verso Sud della Via di Francesco, proseguendo dal Passo di Viamaggio direttamente verso Assisi e Roma, abbreviando così di almeno un giorno il cammino.

Tappa  Balze di Verghereto – Pieve Santo Stefano

Si cammina in ambiente appenninico, quasi sempre in spazi aperti e panoramici tra monti, prati, radure e pascoli. Il percorso, che entra subito in territorio toscano, nella prima parte procede prevalentemente su panoramiche strade di crinale e stradelle sterrate. Si tocca il Passo di Viamaggio (Via Major), valico sulla dorsale spartiacque tra Valmarecchia e Val Tiberina. Già molto utilizzato fin dall’antichità, in epoca romana vi transitava la strada consolare denominata “via Ariminensis”, importante via di comunicazione tra Arezzo e Rimini. Dal Passo il panorama si apre generosamente sulla Val Tiberina; vi si incontrano pellegrini e camminatori che, partiti da La Verna, si dirigono verso Assisi e viceversa. Scendendo verso Pieve è d’obbligo una sosta all’eremo di Cerbaiolo, dove vive Padre Claudio, sacerdote eremita che offre anche ospitalità ai pellegrini. Qui soggiornò anche Sant’Antonio in una celletta sottostante l’eremo e tutt’oggi visitabile. Dall’eremo incirca un’ora di costante discesa si raggiunge Pieve S. Stefano.

Tappa  Pieve Santo Stefano  – La Verna

Tappa relativamente breve che, nonostante il dislivello significativo, consente di raggiungere in mezza giornata la meta del cammino, avendo poi tempo da dedicare alla visita del santuario.

Da appena fuori Pieve il percorso si svolge prevalentemente in salita, attraversando fitti boschi e con bei panorami nei tratti aperti. Al Passo delle Pratelle, si ricongiunge con il percorso principale del Cammino, descritto nella tappa Balze-La Verna.

Lungo il percorso non si trova acqua, se non presso il "Podere le Querce Dorate - AsvaNara", dopo circa 3 km da Pieve.

 

Elenco completo delle strutture e  informazioni dettagliate sulla  guida del Cammino, acquistabile nelle librerie di Rimini oppure online al sito www.escursionista.it/il-cammino-di-san-francesco-da-rimini-a-la-verna-guida-carta-1-25-000.html

Partenza: Due tappe: Balze - Pieve S. Stefano
Arrivo: Pieve S. Stefano - La Verna
Distanza: 24,6 + 15,1 km
Aumento di quota: Prima tappa: +634m; seconda tappa: +1180m
Fondo: Asfalto, strada bianca, sterrato
Difficoltà: impegnativa
Tempo di percorrenza: 7h30' + 5h00'

Download

GPX: T5V_Balze_Pieve.gpx