Il Cammino di San Francesco da Rimini a La Verna

 

 

La prima tappa inizia dalla stazione ferroviaria di Rimini, idealmente “porta” a est del Cammino. Si attraversa il centro storico raggiungendo in breve le prime colline a monte della città e la vallata del Marecchia. A pochi minuti dalla stazione si raggiunge il Duomo (tempio Malatestiano - ex chiesa di San Francesco). Arrivati poi alla vicina Piazza Tre Martiri si prende a sinistra il Corso d'Augusto, fino all'Arco d'Augusto e si svolta a destra fino alla chiesa di Santa Chiara, dove probabilmente soggiornò San Francesco. Proseguendo su via Santa Chiara fino a via Fratelli Bandiera che si prende a destra fino a incrociare via Bertola. Svoltando ancora a sinistra si arriva all’antico convento di San Bernardino che ospita monache Clarisse. Si continua fino a via Gairbaldi e la si prende a sinistra, proseguendo sempre dritto su via Saffi, via Covignano, fino alla S.S. Adriatica che si attraversa con passaggio pedonale alla sinistra di una rotonda per salire al Santuario francescano di Santa Maria delle Grazie, custodito dai Frati Minori. Seguendo a sinistra il segnavia CAI 029, si prende via Vasari fino a Via delle Fonti dove si svolta a destra raggiungendo un sentiero che arriva a via Della Carletta. La si prende verso sinistra fino alla via San Lorenzo in Monte. Si gira a destra, poi a sinistra al primo bivio (fare attenzione al traffico). Dopo il bivio a sinistra con via Buonanotte, si prende il secondo bivio a sinistra (indicazioni per Santa Maria in Paderno). All'incrocio con via Santa Cristina, si svolta a sinistra su via Calastra, seguendola ignorando vari bivi, fino alla confluenza con via Carpi. Si svolta a destra e, superato il cimitero, si attraversa la via Santa Cristina per proseguire su via Mirandola, poi a sinistra su via Rodella. Giunti ad un altro bivio con una Maestà, si volta a destra su via Montigiano che sale fino a un incrocio che si attraversa per scendere verso sinistra fino alla SP Marecchiese in località Vergiano. A pochi metri sulla sinistra  si vede una casa diroccata dove nel 1926 fu realizzata una cappellina in omaggio a un’antica tradizione, secondo la quale San Francesco fu qui ospitato per una notte in una modesta casa dove gli fu offerto un bastone come sostegno per il cammino che, piantato dal Santo a Villa Verucchio, è diventato l’attuale cipresso secolare. Attraversata la strada si procede verso sinistra, prendendo a destra via Pergola. Dopo una doppia curva, a un bivio si tiene la destra raggiungendo il bel percorso storico-naturalistico lungo la sponda del fiume Marecchia. Si prende a sinistra in direzione monte fino al parco di Villa Verucchio, giunti al quale si lascia il fiume, attraversando il parco e giungendo al centro di Villa Veruccho. In 10' si sale sulla collinetta sovrastante l’abitato moderno dove sorge il convento di Santa Croce. La tradizione ci dice che San Francesco, percorrendo la Valmarecchia, probabilmente nel 1215 proveniente da Rimini, abbia qui sostato presso una cappella campestre dedicata alla Santa Croce e vi abbia eretto una povera capanna in legno e frasche, primo nucleo dell’attuale convento, documentato per la prima volta nel 1311.  I Frati Minori offrono ospitalità nella foresteria S. Francesco (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., accoglienza in autogestione; prenotazione obbligatoria). Da visitare la chiesa, costruita nel sec. XIV e consacrata il 16 giugno 1400; il chiostro con il celebre cipresso e la cappella di San Francesco.

 

Scarica percorso della prima tappa formato GPX -  formato KML

Lunghezza: 22,4 km

Dislivello: +222 m, -140 m

Tempi: da Rimini a Villa Verucchio 5h10'; da Villa Verucchio verso Rimini 5h00'

 

 

Sostieni L'Umana Dimora